Sms e pubblicità ingannevole: T.A.R. Lazio, sentenza n. 5916/2009

Pubblicato: 26 giugno 2009 da Marco Scialdone in Comunicazioni elettroniche, Giurisprudenza
Tag:, ,

L’espressione: “qualcuno vuole parlare con te!” all’interno di un sms pubblicitario che invita a  contattare un determinato numero contiene profili di scorrettezza giàcchè lascia intendere che l’utente possa ottenere informazioni importanti contattando il numero indicato e, al contempo,  induce l’utente a ritenere che l’sms abbia carattere personale. Non può escludere l’ingannevolezza del messaggio la circostanza che nell’sms vi sia l’indicazione del sito internet dove poter acquisire tutte le informazioni necessarie.

Download: il testo della sentenza

commenti
  1. Karolyn scrive:

    Way cool! Some very valid points! I appreciate you penning this article and
    the rest of the website is very good.

  2. Thanks for sharing your thoughts on science. Regards

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...