Archivio per la categoria ‘Eventi’

Annunci

20140517-111430.jpg

Il 22 maggio 2014, i principali esperti italiani di digitalizzazione discuteranno a Roma delle più importanti tematiche digitali che coinvolgono pubbliche amministrazioni, imprese, professionisti ma anche semplici cittadini.

Tutto questo succederà a DIG.Eat – Save the Data , edizione 2014 dell’annuale evento ANORC (Associazione Nazionale per Operatori e Responsabili della Conservazione digitale dei documenti), che si terrà presso il Centro congressi Fontana di Trevi di Roma (Piazza della Pilotta, 4). Per partecipare gratuitamente alla manifestazione è necessario iscriversi sul sito dell’evento entro il 20 maggio.
(altro…)

internet_20

Interessante convegno il 9 maggio p.v. presso l’Università Europea di Roma, dal titolo “Internet 2.0: nuovi profili della regolazione”.

Interverranno tra gli altri i Proff. Alberto Gambino, Valeria Falce e Andrea Stazi dell’Università Europea di Roma, il Presidente dell’Agcom, Angelo Marcello Cardani ed il Presidente dell’Agcm, Giovanni Pitruzzella.

Nel pomeriggio un panel con Paolo Coppola, deputato del Partito Democratico, Antonio Palmieri, parlamentare di Forza Italia, e rappresentanti di Rai, Mediaset e Confindustria Digitale. Il Convegno è accreditato fra gli eventi della Settimana Mondiale della Proprietà Intellettuale ed attribuisce 8 crediti formativi per la formazione continua degli avvocati.

La partecipazione è gratuita.

Qui accanto trovate la locandina e l’indirizzo per raggiungere l’univeristà. Non mancate!

Il problema del difficile equilibrio tra diritti di utilizzazione economica esclusiva degli autori/editori/esecutori e diritto degli utenti della Rete ad usufruire della cultura anche attraverso un media potente e diffuso quale Internet.

I casi: “consultazione pubblica” dell’AGCOM riguardo la proposta di regolamento n. 398/2011; “Mediaset c. Rojadirecta”, “Mediaset c. Yahoo”, “Mediaset c. IOL”, “FPA Films c. Yahoo (c.d. caso “about Elly”)” dimostrano come a oltre dieci anni dall’adozione della direttiva 2000/31/CE (c.d. “Direttiva E-Commerce”) il sistema ivi delineato di responsabilità degli Internet Service Provider risulti ormai inadeguato di fronte al mutato contesto tecnologico.

La libera fruizione di determinate informazioni via Internet rappresenta un’occasione imperdibile per lo sviluppo della cultura e della ricerca scientifica in Rete, a partire dai dati cc.dd. “pubblici”, che devono poter essere liberamente accessibili a tutti.

Una nuova filosofia si impone soprattutto per la PA, anche in attuazione delle disposizioni del C.A.D. (“open source”, “software libero” e “open content”), per iniziare a parlare finalmente di “open government” e di “open data”. (altro…)